Varano Lake: Mezzo Iron Man... o mezzo R. Blade ?

Pubblicato da GIAN CARLO martedì 24 settembre 2013


Febbretta (38), sguardo spento, quasi emaciato, irrealmente inappetente, sul trasandato andante... eppure... si sono io.
Pulisco lo specchio, ripeto l'operazione, ma... cambiando l'ordine dei fattori... avrei dovuto saperlo... posso fallire in tutto ma non in matematica.
Ci eravamo lasciati su questi schermi meno di un'estate fa con il vezzo di essere Iron Man e ora son qui quasi indegno di esserlo a metà.
Più Leopardi che Runner Blade !

Un Virus è dentro di me !
L'ho contratto perchè mi ero sforzato troppo o era già parte di me e "casualmente" si è manifestato dopo ?

Tanti dubbi, nessuna certezza.
Dato per assunto che lo sport faccia bene ? Questa esasperazione ci farà bene ? Ma soprattutto mi farà bene ?
Ostinarsi a gareggiare e competere contro se stessi e con chi(in foto) ha da un minimo di 13 a un massimo di 20 anni meno di chi, da qui, pontifica è saggio ?
Senso di vuoto, nausea e quel cazzaro del mio medico che quando gli spiego i sintomi mi continua a ripetere: " ..ma il nuoto come è andato ? E la bici ? Si vabbè... domani riposa... ma mercoledì corriamo insieme ?"
Sono prigioniero di un personaggio.
Cerco la verità: O da 30 ore non mangio e grazie al digiuno ...finalmente ho visto la luce o sto solo sragionando perchè, senza energia, il treno del buon senso ha deragliato seminando vagoni in ogni meandro di questo vecchio cervello ?
Scegliersi amici runner o triathleti, il medico, l'architetto, il meccanico, l'avvocato e via così a patto che siano solo malati adrenalinici ti chiude in un micro cosmo lontano dalla realtà... o siamo noi la realtà ?
La moglie è in piscina, la figlia in palestra... avessi un' "amica"... beh ...sarebbe in bici  ... e io qui a massacrare questa tastiera perchè inspiegabilmente incapace di bruciare energie positive.

Varano Lake 30-35 ore fa.

Il mare era mosso. Nuotarci sarebbe stato divertente. Non avrei avuto paura. Giuro, neanche un pò.
Ma gli organizzatori avendo dalla loro un piano B preferiscono non correre il rischio che qualcuno si perda nell'Adriatico e scelgono di farci sguazzare nel canale di collegamento tra lago e mare.
L'acqua è torbida, oleosa, disgustosa anche al sapore, paradossalmente salatissima. Il colore delle mute è quasi in tinta con quello di questa riluttante soluzione liquida.
Partiamo dall'acqua a gruppi di 60. Nessun problema, nessun colpo micidiale ricevuto ma da subito ho la sensazione che la muta mi soffochi. Forse dovrei usarla più spesso.

Ma forse più spesso dovrei anche vivere, leggere, cucinare, viaggiare, amare, ridere, giocare, dormire... (non fare sport)

Non cerco scie, pur sapendo che servono per andare più veloce. Mi metto laterale. Dobbiamo tenere la sinistra del canale per non sbattere su chi va in senso inverso e allora respirando a destra nuoto proprio border line pur sapendo di allungare le traiettorie ad ogni ansa. Non ho la testa per attaccare, mi ripeto che questi 35 minuti devono solo passare. Così è che finalmente sbuco in mare dal canale,incredibile... già si tocca, ...via di corsa a prendere la bici. Il crono dice 31-32 minuti. Quindi swim corto. Diciamo che abbiamo fatto 1700 mt(200mt abbonati).
Bicchiere mezzo pieno: Ormai a nuotare non sono più l'ultimo degli sgombri.  
Solita T1 di una lunghezza esasperante. Gianluca esce dall'acqua che io ho già sfilato la muta, sono tornato alla bacinella più vicina alla bici per togliere la sabbia dai piedi(me ne ero dimenticato strada facendo) e sto indossando la maglia tecnica da bici e... 3km dopo che pedalo già mi ha già superato. Capisco che sul piano io viaggio a 33 km/h e lui a 37 km/h, ma qualcosa mi dice che in Zona Cambio dormo.
Bicchiere mezzo pieno: A Klagenfurth lui uscì 2 minuti e 30 dopo di me dall'acqua eppure partì per la bici prima di me... quindi sto migliorando.
Se nel nuoto a malapena mi do la sufficienza (uscito 149esimo su 231 classificati all'arrivo e 241 partiti) in bici, oggi, merito il debito. Non ho nelle gambe le tonnellate di km fatti prima di Klagenfurth e se non sei ciclista nell'anima e ti mancano i km di certo non puoi brillare. 
Il percorso paesaggisticamente è bello, c'è dentro tanta natura, ma anche uno spaccato di Puglia rurale e contadina che sonnecchiando ci guarda da sottecchi... tra il meravigliato e l'infastidito. Asfalto da galera. 
Come sempre in salita supero, ma ...come sempre ...in pianura pago dazio. Certo non ho la bici da cronometro e neanche le ruote ad alto profilo, ma temo che con questi pochi cavalli nel motore non sia questo il problema. Certo a tratti la tramontana metteva in difficoltà e a poter guidare sdraiati si sarebbe preso meno vento... ma necessità e virtù sono valori presenti nel DNA di Runner Blade... quindi la faccio finita con le lagne... non prima di segnalare che proprio non riesco a mandar giù la seconda barretta per un leggero senso di nausea(??).
Termino la bici in 3h e 09 minuti che al mio gps fa 28.1 km/h di media su 88.8 km mentre la media sale a 28.5 immaginandone 90. Nel parziale bike risulterò 169esimo sui 231 e sceso in 162esima posizione complessiva.
Anche il fatto di aver perso posizioni rispetto all'uscita dall'acqua mi fa capire come oggi nel giro di pedale qualcosa mancasse.
Bicchiere mezzo pieno: In bici ho impiegato 3 minuti meno dello scorso anno. 
Nel T2 al solito me la cavo e soprattutto appena corro ho consapevolezza del fatto che anche questa faticaccia sarà portata a casa.
Questo in effetti fa morale perchè, se anche è vero che ho già fatto un Iron Man intero, farne mezzo non è proprio una passeggiata e personalmente(da Runner) lo ritengo ben più faticoso che finire una Maratona.
Inoltre il tempo che impiego a fare questa mezza maratona è decisamente peggiore degli ultimi 21km di una maratona 'vera' segno che dopo aver nuotato quasi 2km e pedalato per 90km il sottoscritto sta di gran lunga peggio che se ha "solo" corso 21km.
Quest'anno a Varano si è scelto di fare 5 giri da 4km abbondanti. Correre in tondo fa molto girone dantesco degli sfigati, anche se incontrare spesso i compagni di squadra, quelli in foto(grandi !!!) aiuta a tirare avanti. Con la giusta cattiveria si riesce ad esorcizzare la fatica anche nutrendosi di ogni sorpasso e dal percepire sadicamente lo sfinimento sui volti altrui. 
Grazie al ventaccio, si respira meglio ed è meno caldo dello scorso anno dove da subito mi ero attestato poco sopra i 5 minuti al km per finire quella mezza maratona in 1h e 48 alto. Oggi, ogni km(sono tutti segnalati), mi dice che sono sotto ai 5. Infatti passo 24.10 ai 5km; 48.30 ai 10 km e con la sensazione di essere in gestione sagace e che forse prima della fine potrei stupire con effetti speciali. Invece, così come vuole il celebre muro del maratoneta... anche qui, quasi improvvisamente, le energie finiscono (foto).

Ahimè, non mi sono alimentato a sufficienza in bici, proprio non ci riuscivo,  ...ormai è troppo tardi per farlo. Pietoso rallentamento con ultimi km imbarazzanti a 5.15-5.20 per chiudere il parziale in 1h e 46. Anche qui... a volersi bene è sufficienza risicata.

Mezzo Iron Man finito in 5h e 32 minuti

Un Virus è dentro di me !
L'ho contratto perchè mi ero sforzato troppo o era già parte di me e "casualmente" si è manifestato dopo(ma anche durante) ?

Bicchiere mezzo pieno: ho chiuso in 67esima posizione su 231 la frazione run, sono risalito in 116esima posizione totale riagganciando l'esatto centro classifica. Sono ottavo su 21 della categoria M3 e con il mio 'time' avrei sfiorato il podio nella categoria M4 dove approderò il prossimo anno. Ho impiegato 4 minuti meno dello scorso anno malgrado il nuoto 2012 fosse ancora più corto di questo.

Ho meditato una notte, ma... la risposta ai mie dubbi è dentro di me... e ovviamente è sbagliata ...quindi da domani si corre sul serio e ....nel gran Ducato di Matteo, da Ponte Vecchio alle Cascine passando per il Duomo e per gli Uffizi, sul finire di novembre si torna a puntare ad una Maratona sotto a 200 minuti.
Chi mi ama mi segua.

47 commenti

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

  1. Grande post filosofico! Mi raccomando a Firenze prenditi cura di brontorunner con qualche chicca rassicurante! Posso fare una battuta? Sei un triathleta con grandi margini di miglioramento :)

     
  2. theyogi ha scritto:
  3. sarai infettato come dici ma, a giudicare dal font, l'unico tuo problema in questo momento sembra essere la vista.... 8))

     
  4. GIAN CARLO ha scritto:
  5. Luca, un piacere sapere che il primo commento(speriamo non l'ultimo) arriva dall'Africa Nera. Certo sei scappato lontano per non vedere il derby vinto dalla Roma !
    PS
    So di avere margini in bici, ma il miglioramento prevede tempi di allenamento troppo lunghi

     
  6. emiliano ha scritto:
  7. ti leggo sempre volentieri.........ma togli il blu!!!
    Ciao ragazzo.

     
  8. GIAN CARLO ha scritto:
  9. @Yo, il font è studiato per essere letto bene anche da chi come noi ha 50y suonati e legge da telefonino.
    Poi 'sta storia che fai boxe me la devi raccontare... davanti a una pizza

     
  10. theyogi ha scritto:
  11. infatti, vedo che cresce ad ogni anno che passa..... hahaha!
    ne parlavo giusto con franco, magari prima di natale......

     
  12. GIAN CARLO ha scritto:
  13. @Emiliano, grazie della fiducia... fatto ...tolto il blu

     
  14. emiliano ha scritto:
  15. Grande,si legge molto "più meglio".
    Mi sembra che sta combriccola di romani si lamenti sempre, ma continui a macinare km divertendosi!! Avanti tutta quindi.

     
  16. GIAN CARLO ha scritto:
  17. @Yo, ok per la pizza prima di Natale... ma andrebbe bene(meglio) anche a Firenze.

    @Emiliano, in effetti è così... ogni tanto perdiamo qualche pezzo da 90, ma nella sostanza è una colonna che regge

     
  18. nino ha scritto:
  19. Chissa vedremo. Come negli ultimidue anni.

     
  20. Astra73 ha scritto:
  21. Grande Giancarlo! Prima di tutto complimenti perché quello che fai non è affatto scontato, per quanto riguarda i dubbi su tutto lo sport che fai e le cose che perdi per farlo ti assicuro che attanaglia anche me (e sai quanto ne faccio), però sono gli appassionati come te che mi danno la forza per non mollare e amare ancora questo stile di vita. Un abbraccio e speriamo un giorno di fare quella famosa pizza! Marco

     
  22. GIAN CARLO ha scritto:
  23. @Nino, lo scopriremo solo vivendo.

    @MarcoG, se aspettiamo Polla la pizza non la facciamo mai. Chiama Giorgio e Fabio e io e Pippo ci siamo sempre... ovviamente dal Sardo

     
  24. Anonimo ha scritto:
  25. me pare che de bicchieri mezzi pieni ne ho letti na cifra... ma che è un bicchiere caa protesi??? ihih!
    luciano er califfo.

     
  26. stefanoSTRONG ha scritto:
  27. incredibile come una persona lucida e razionale in gara come te possa trasmettere così bene le emozioni vissute

    grandissimo nonno gianca!

     
  28. GIAN CARLO ha scritto:
  29. @Lucia', e comunque son sempre + convinto che correre solamente porti prima a quell'usura che chiamo baratro dell'atleta

     
  30. MauroB2R ha scritto:
  31. quante donzelle sono state portate sulla brutta strada amando l'uomo sbagliato?
    potrei anche amarti, ma a Firenze...sicuramente...non ti seguirò!! ah!!!

     
  32. GIAN CARLO ha scritto:
  33. @MauroB2R, fai male... passo corto, regolare senza strappi ...fino al traguardo.
    Medita.

    @StefanoStrong, boh... sarà che con gli anni la lucidità diventa usuale e riesci a lasciar passare anche qualche "sano" brivido.

     
  34. MauroB2R ha scritto:
  35. @rb, se arrivo 5' dopo di te sarei l'uomo più felice del mondo...
    se dovessi arrivare dopo 20' o più...sarebbe normale amministrazione...:-/

     
  36. GIAN CARLO ha scritto:
  37. @MauroB2R, ma con la soglia aerobica che hai... sicuramente migliore della mia... il partire troppo sotto ritmo non ti aggiunge nessuna ragionevole speranza di non fare il botto. 4.40 è ok

     
  38. MauroB2R ha scritto:
  39. almeno 8' secondi più lento...

     
  40. FabioG ha scritto:
  41. Grande Janco, bel post. Mentre lo leggevo però sapevo già come sarebbe finito...
    E' strano comunque come i punti di vista possano cambiare la realtà oggettiva delle cose: oggi sei un triatleta certamente più forte dello scorso anno, sportivamente hai fermato il tuo invecchiamento, gli anni passano e sembri ringiovanire. Il bicchiere non è mezzo pieno, è quasi colmo! Eppure forse (e sottolineo forse) saresto contento solo se traboccasse.
    Io domenica, dopo tre anni, indosserò nuovamente un pettorale nello sprint di ostia. Nuoticchierò, farò una passeggiata in bici e chiuderò corricchiando tra gli ultimi, ma penso che il mio bicchiere sarà mezzo pieno...

     
  42. GIAN CARLO ha scritto:
  43. @MauroB2R, 8 secondi per chi fa 40 netti su 10km non esistono anzi è peggiorativo il fatto che parti a battiti troppo bassi.

    @FabioG, se domenica sto bene e la situazione familiare lo consente passo in bici alla partenza... così magari ne parliamo un pò. A proposito da dove parte ?

     
  44. FabioG ha scritto:
  45. Si parte dalla rotonda di Ostia intorno alle 13:00. Se passi mi fa piacere, anche se penso ci sarà casino. Comunque la prossima settimana, di domenica mattina sul presto, un giretto in bici con passaggio ad Ostia lo vorrei fare. Se ti va potremmo riprendere quel discorso sospeso un annetto fa... ;-)

     
  46. MauroB2R ha scritto:
  47. 40' sui 10k ora non li valgo. ora come ora potrei fare (potrei) 42 basso...
    a sto giro andrò per la mia strada, ma a tavola vorrò stare al tuo fianco!!! basta che non me togli il cibo dar piatto!! ahah

     
  48. GIAN CARLO ha scritto:
  49. @FabioG, alle 13 passo sicuro. Un orario folle per uno sprint. Era meglio alle 8.30 prima che il mare si riempisse.

    @MauroB2R, ma prima di novembre se ti alleni a 4 al km sui 10 tu ci torni... mentre io no. Oggi valgo 41 e dubito pure di farli secchi. Mai tolto nulla dal piatto a nessuno

     
  50. MauroB2R ha scritto:
  51. mmmm....allora forse era stato il Vanni a farmi sparire mezza Cacio e Pepe a marzo 2011..uhuh

     
  52. lello ha scritto:
  53. ma come ?????con un virus in corpo mi fai 5h32 sul mezzo ironman e ti lamenti???????????? sei peggio di Mazzarri!!!!!!!!!!!!!

     
  54. GIAN CARLO ha scritto:
  55. @Lello, I need a coffee, please

    @MauroB2R, si Vanni lo fa... è veloce sul breve

     
  56. Master Runners ha scritto:
  57. Una giornata no, allenamento in bici poco e niente.
    Come mi dissi una volta tu (quando me volevi ancora bene!) Sei una bella persona Giancà, non eri allenato perfettamente, ma cmq ....vivi tranquillo !!!

     
  58. GIAN CARLO ha scritto:
  59. @Master, essere infami non dovrebbe essere un diritto ... e in ogni caso te ne approfitti.

     
  60. francos ha scritto:
  61. dajeeee..mettersi in competizione è sempre una grande cosa. hai ancora tante cartucce da sparare.

     
  62. Anonimo ha scritto:
  63. gianco,
    1) per alcuni il tri è preservativo (ahah!) contro tendiniti... ma non contro fratture a clavicole...
    2) non mi storcere er mauro. abbiamo iniziato da una condizione precaria e in più lui non è uno tipologicamente maratoneta.
    luciano er califfo.

     
  64. GIAN CARLO ha scritto:
  65. @Francosc, che poi non ho capito perchè a Firenze non vieni pure tu.

    @Califfo, ma Mauro chi ? Io ero rimasto al tuo divorzio da Battello... mi sono perso qlcs ?

     
  66. MauroB2R ha scritto:
  67. Mauro io! :-D

     
  68. Brontorunner ha scritto:
  69. Un post davvero profondo, che lascia un senso di malinconica riflessione nel lettore.
    Adesso pensiamo a Firenze, dove avrò bisogno delle tue dritte, della tua saggezza e della tua esperienza per affrontare la mia prima maratona!

     
  70. GIAN CARLO ha scritto:
  71. @MauroB2R, questo matrimonio non s'aveva da fare

    @Leo, io a Firenze preferirei avere le tue gambe che le mie dritte.
    PS ...e se prima di Firenze mi trovassi un paio di Raider 8.5 USA entro i 100 euro... per consegna e saldo in loco ne sarei felice

     
  72. Brontorunner ha scritto:
  73. RB, quale modello di Rider? Vanno bene le 16? Quale sarebbe la taglia UK? Controllo e ti faccio sapere. Se le trovo, posso portartele domenica 13 ottobre alla "30 km del Mare". Fammi sapere

     
  74. FabioG ha scritto:
  75. Janco, ieri lo sprint ad Ostia è stato trasformato in duathlon, il mare era troppo agitato per nuotare. Il bicchiere per me è comunque mezzo pieno: non è piovuto ;-). Personalmente sono soddisfatto del mio rientro alle gare dopo un lungo stop, mi sono divertito e sono fiducioso di poter tornare in forma... Tu sei poi passato?
    Domenica prossima un giretto in bici lungomare lo vieni a fare?

     
  76. @bviteritti ha scritto:
  77. M3? M4? Che categorie sono??

     
  78. GIAN CARLO ha scritto:
  79. @Bruno, M3 da 50 a 54 M4 da 55 a 59

    @FabioG, non sono passato perchè il tempo era pessimo e sono rimasto a casa a vedere l'inter e il mondiale di ciclismo. Prossima settimana di domenica non ci sono. Ma sabato mattina ?

     
  80. @bviteritti ha scritto:
  81. Ah, capito. È un mod elegante per farvi sentire giovani :-)

     
  82. FabioG ha scritto:
  83. Sabato mattina sono dedicato a mia figlia (lei si che sta imparando a nuotare...). Se dovessi liberarmi ti faccio sapere via sms. Per fare un po' di km in compagnia mi sono iscritto alla granfondo di Roma, tu ci sarai?

     
  84. GIAN CARLO ha scritto:
  85. @FabioG, sabato mattina danno tempo pessimo... quindi è cmq difficile. Per la Gran Fondo di Roma io passo che lo stesso giorno faccio la 30km RUN proprio a Ostia

     
  86. Luca "Ginko" ha scritto:
  87. ciao Carissimo :-) Mi affascina la triplice ma sono ancora scarso come podista figuriamoci tre discipline. E comunque ho troppo poco tempo da dedicare a tre allenamenti diversi.

     
  88. Micio1970 ha scritto:
  89. Leggo a distanza di qualche giorno. Il mio parere è che esista una soglia oltre la quale lo sport nuoce al sistema immunitario (o meglio lo deprime). Spesso lo superiamo durante la preparazione di una Maratona (e per lunghi triathlon) ed è scientificamente provato che i giorni successivi ad una Mara c'è un picco di malattie virali e batteriche tra i maratoneti. Non essendo immune dalla "malattia" voto per la necessità di staccare ogni tanto e comunque non esagerare più con la quantità che con la intensità.

     
  90. Micio1970 ha scritto:
  91. Dimenticavo ... è sempre un enorme piacere leggerti e ri-trovare un post dopo l'Ironman è stata una piacevole sorpresa :-)

     
  92. GIAN CARLO ha scritto:
  93. @StefanoMicio, piacere mio leggere i tuoi commenti sempre ricchi di deduzioni preziose.

     

Posta un commento

Hai fatto tanta strada ora non rinunciare, lascia un commento aerobico... se non sei registrato devi scegliere il pallino con anonimo e...firmare il messaggio.

Per ora ho visto solo i puntini

Per ora ho visto solo i puntini

Contatore ripartito il 10/10/2009

Lettori fissi